Le 10 sedie di design più famose e moderne

By admin

21 maggio 2018

La sedia è indubbiamente un oggetto di ossessione per i designer e gli architetti che hanno creato pezzi unici sia nel design che nella performance e personalità nel corso degli anni. Questa top ten raccoglie un campione delle sedie design famose e moderne di tutti i tempi e che sono autentiche ed essenziali nelle proposte decorative più attuali.

Per l’elaborazione della lista, è stato considerato che sono pezzi che non passano il tempo costituendosi in autentici pezzi d’arte ma che, a loro volta, sono stati pezzi rivoluzionari nel loro tempo sia per il loro design audace, sia per l’uso di nuovi materiali o anche tecniche costruttive.

1 . Sedia in plastica 

The Plastic Chair è stata progettata da Charles & Ray Eames, nel 1950 per il concorso “Low-Cost Furniture Design”, organizzato dal Museum of Modern Art di New York, essendo la prima sedia plastica prodotta industrialmente

Ci sono più varianti dell’idea originale e ognuna riceve un nome diverso: DAR, RAR, DSW, ecc.
Attualmente è commercializzata da Vitra in Europa e da Herman Miller in America.

 1.vitra-eames-plastic-side-chair-dsr-03_zoom

2. Panton

La sedia Panton è una delle icone della Pop Art ed è stata progettata dall’architetto Verner Parton nel 1960. Dal 1967 iniziò ad essere prodotta in serie in collaborazione con Vitra. È una sedia ergonomica monoblocco realizzata interamente in plastica (attualmente in polipropilene). Attualmente è prodotto dalla società Vitra.

 2.vitra panton chair

3. Tulip Chair

La sedia Tulip è stata progettata nel 1956 dall’architetto finlandese Eero Saarinen per l’azienda Knoll, grazie alla sua amicizia con Eames e Florence Knoll.
Nel 1957 presentò la linea Tulip completo composto da diverse sedie e un tavolo, caratterizzato dall’eliminazione del concetto di gambe e di una gamba sola.
Attualmente è commercializzato dalla società Knoll.

 3.tulip_med [19659002] 4. Wassily o sedia Breuer

La sedia, inizialmente denominata Modello B3, è stata progettata da Marcel Breuer nel 1925-26. Il suo design ha rivoluzionato non solo l’uso dei materiali ma anche il metodo di costruzione. È un’icona autentica ispirata alla struttura tubolare delle biciclette. È commercializzato da Knoll

 4.silla-breuer-modelo-n-b3

5. Diamond Chair

La sedia Diamond, chiamata anche modello 421LU, fu progettata tra il 1950 e il 1952 da Harry Bertoia. È stato prodotto da Knoll dal 1953 ad oggi. È caratterizzato dalla sua costruzione basata su filo saldato e curvo con rivestimento in vinile o cromo. Anche commercializzato da Knoll

 5. Diamond chair

6. Butterfly Chair o Butterfly Chair

The Butterfly Chair, considerata un’icona di culto per la sua semplicità e funzionalità, è stata progettata dall’architetto spagnolo Antonio Bonet Castellana e dagli argentini Juan Kurchab e Jorge Ferrari Hardoy nel 1938, da dall’immagine di una sedia pieghevole in cui apparvero Edison e Roosevelt.

 6.butterfly

7. Swan Chair o Silla Cisne

La Swan Chair è stata progettata nel 1958 dall’architetto Arne Jacobsen per il Radisson SAS Royal Hotel di Copenaghen. I disegni di Jacobsen sono prodotti dalla società Fritz Hansen.

 7.swan-chair-pair-600x381

8. Coconut Chair

The Coconut Chair è stata progettata nel 1955 dall’architetto e designer George Nelson che si è ispirato a una noce di cocco tagliata in otto parti. Attualmente è prodotto dalla società Vitra.

 8.coconut_product01

9. Hill Chair – Mackintosh

The Hill Chair è stato progettato dall’architetto e designer scozzese Charles Rennie Mackintosh nel 1902 ed è considerato uno dei primi modelli del Movimento Moderno.
Viene prodotto e commercializzato da Cassina dal 1973 .

 9. Mackintosch

10. Ball Chair Eero Aarnio

The Ball Chair è stato progettato dall’architetto Eero Aarnio nel 1963 e il suo design originale lo ha collocato tra le icone moderne più utilizzate in set moderni e Pop Art. Attualmente è prodotto da Adelta

 10.Eero-Aarnio-White-with-Red-Ball-Chair-Fiberglass-1960s-Globe-xl12

About admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *